Titan rileva vari difetti di stampa, tra cui i cosiddetti capperi, macchie, schizzi, velature, graffi, stampe errate, variazioni cromatiche, fuori registro (anche per la vernice), allineamento tra foglio e stampa, difetti di testo, pieghe, fogli danneggiati e altro ancora.

In base a soglie di qualità predefinite, una torretta luminosa a colori avvisa l’operatore quando viene rilevato un difetto. Il sistema indica visivamente sullo schermo la posizione e la natura di tutti i difetti individuati. L’operatore può quindi affrontare il problema e risolverlo.

Titan è collegato al flusso di stampa e attiva estrattori, dispositivi di marcatura ecc. per contrassegnare/estrarre automaticamente i fogli difettosi. Il sistema è inoltre in grado di collegarsi all’alimentatore della macchina da stampa per interrompere la produzione nel caso di un grave difetto di lavorazione.



Flusso di lavoro, archiviazione e creazione di report

Corredato da un modulo PrintFlow integrato, il sistema archivia automaticamente tutti i dati dei lavori per una rapida preparazione in caso di ristampe, mentre i dati di rilevamento vengono registrati nei report pila e lavoro. Vengono inoltre archiviate la posizione di un difetto, le immagini difettose e le statistiche sulla qualità di stampa. Gli operatori utilizzano i report in linea per revisionare i resoconti su un lavoro, un ordinativo o una pila, modificarli ed esportarli in file digitali. Il modulo PrintFlow Manager del sistema raccoglie i dati pertinenti da vari sistemi, consentendo a dirigenti e figure chiave di monitorare, analizzare e controllare facilmente la qualità di produzione dai propri PC desktop.