Oltre 300 milioni di lavori di packaging elaborati dai clienti Esko negli ultimi 12 mesi

Un numero sempre maggiore di lavori viene elaborato da un gruppo in espansione di clienti e richiede flussi di lavoro flessibili end-to-end più rapidi che mai

 

Ghent (Belgio), 26 settembre 2018 – Esko ha segnalato che negli ultimi 12 mesi, oltre 300 milioni di lavori di packaging sono stati elaborati utilizzando i flussi di lavoro Esko: un numero mozzafiato che indica un aumento significativo rispetto ai 12 mesi precedenti.

Questo importante traguardo è stato raggiunto mentre Esko si prepara per Labelexpo Americas, dove dimostrerà in che modo il flusso di lavoro per packaging più affidabile, completo e flessibile sta entrando in connessione con sempre più partner chiave di settore e con le loro soluzioni. Le nuove funzionalità che verranno annunciate includono una nuova connessione diretta al front-end digitale di HP Indico e una nuova interfaccia browser più intuitiva per il suo Automation Engine personalizzato.

Packaging Connected Esko Automation Engine QuickStart for Labels

“Quando chiediamo ai nostri clienti, ci indicano la necessità di accelerare i tempi di commercializzazione senza sacrificare la qualità, e mantenendo sotto controllo i costi,” spiega Udo Panenka, presidente di Esko. “Questo spiega la tendenza in crescita verso l’adozione dell’automazione del flusso di lavoro: i nostri oltre 3.000 utenti di flussi di lavoro in tutto il mondo sono la conferma di come le loro attività si stiano trasformando grazie all’automazione, alla collaborazione e all’integrazione dei flussi di lavoro Esko con i sistemi MIS/ERP.”

Con decenni di esperienza nella collaborazione con i nostri clienti per l’automazione della prestampa, digitalizzazione dei processi e integrazione con sistemi di terzi, Esko ha creato un portafoglio esclusivo di soluzioni standard che offrono la base più solida del settore per un ecosistema di packaging ottimizzato. Copre l’intera filiera del packaging e supporta tutti i processi fondamentali associati alla produzione efficiente degli imballaggi.

“La filosofia Packaging Connected di Esko sta davvero cambiando il mercato. L’automazione dei processi, la collaborazione fluida e l’implementazione di una strategia end-to-end del ciclo di vita del packaging sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi dei marchi e dei converter. Si tratta della trasformazione digitale richiesta dal mercato da cui possono trarre vantaggio i nostri clienti. La cifra di 300 milioni lo conferma” conclude Panenka.

 

I visitatori di Labelexpo saranno in grado di osservare in che modo la strategia Packaging Connected di Esko trasforma i flussi di lavoro dei converter di etichette

Durante Labelexpo Americas (stand 5202), Esko dimostrerà in che modo Packaging Connected genera un ecosistema completo per etichette e packaging, dall’ideazione fino a produzione, spedizione e logistica. Si tratta dell’unico flusso di lavoro completo al mondo a rispondere alle esigenze di marchi e progettisti, agenzie di premedia, produzione fino a logistica e pallettizzazione.

 

Maggiore supporto per tecnologie di stampa miste

Le soluzioni Esko sono progettate a supporto delle operazioni con tecnologie di stampa miste di un variegato elenco di partner leader di settore. Una novità presentata a Labelexpo sarà la connessione bidirezionale di Esko con la macchina da stampa HP Indigo. L’accesso e il controllo della stampa della macchina da stampa all’interno del flusso di lavoro ottimizza i tempi di attività della stampa e la sua produttività.

 

Connessione ai partner di settore per ridurre gli errori

A Labelexpo, Esko dimostrerà in che modo è in grado di collegare il suo ampio portafoglio di tecnologie per etichette con quelle di un ampio ventaglio di partner di settore, per garantire soluzioni di flusso di lavoro migliori della categoria.

Esko condividerà uno stand con le aziende associate del gruppo Danaher X-Rite, Pantone e, per la prima volta, AVT. Esko presenterà in che modo le sue soluzioni di automazione e collaborazione si integrano con le soluzioni di tecnologia del colore X-Rite e Pantone e di ispezione con videocamera di AVT. Questa integrazione end-to-end è stata progettata per rispondere alle richieste dei clienti di tempi di commercializzazione più rapidi e di una produzione “esatta al primo tentativo” per lotti di dimensioni più piccole, tenendo in considerazione anche la riduzione di costi e scarti.

 

Buone prassi di settore per automazione e integrazione, anche per le organizzazioni più piccole:

  • Flussi di lavoro standard per segmenti specifici: Dopo una lunga e stretta collaborazione con i suoi clienti, Esko ha lanciato le versioni QuickStart di Automation Engine e WebCenter per distribuire flussi di lavoro predefiniti specifici in base all’etichetta in questione di giorni. Gli utenti possono trarre vantaggi dall’automazione standard subito dopo una distribuzione rapida e semplice.
  • Integrazioni standard: Il successo di un flusso di lavoro end-to-end si basa sulla capacità di collegarsi alle numerose soluzioni MIS/ERP utilizzate nel settore delle etichette. Esko presenterà integrazioni standard tra l’ecosistema Esko e un ampio ventaglio di applicazioni di terze parti. Ciò semplifica anche per le organizzazioni più piccole il raggiungimento del successo nel segmento di etichette e packaging.
    Particolare attenzione verrà data all’Automation Arena, in cui Esko è parte di un’integrazione bidirezionale con il sistema CERM. L’ecosistema Esko consente anche la comunicazione bidirezionale con EFI Radius.
  • Interfaccia utente basata su browser: Per offrire agli utenti la scelta di lavorare con Automation Engine in un modo più intuitivo, il software è ora dotato di un’interfaccia utente basata su browser, progettata per i nativi digitali, che viene utilizzata per scorrere, trascinare e muovere con due dita. Offre agli utenti la possibilità di lavorare in Automation Engine con un’interfaccia più intuitiva.
  • Una piattaforma oltre progettazione e stampa: Per ottimizzare il processo di produzione di etichette e packaging in modo sicuro e conveniente, un flusso di lavoro deve andare con facilità oltre progettazione e stampa. Un flusso di lavoro Packaging Connected può anche offrire gli strumenti end-to-end adeguati dall’immissione iniziale dell’ordine fino al processo di finitura, stoccaggio e logistica.
    Esko WebCenter non solo offre l’unica piattaforma del settore che consente la collaborazione tra marchi, agenzie di premedia e converter, ma è anche strettamente integrata con il flusso di lavoro generale e consente di generare connessioni fluide tra queste parti interessate e i loro sistemi. A LabelExpo, i visitatori scopriranno in che modo WebCenter può facilitare i loro obiettivi commerciali.
  • Il vantaggio 3D: Visualizzazione - stampa di prove - immagini: Packaging Connected offre anche la possibilità esclusiva di integrare grafica per packaging con informazioni strutturali CAD. L’ampia gamma di applicazioni innovative ed esclusive di Esko consente di accelerare i vari processi di progettazione, approvazione e produzione.
    Oltre alla visualizzazione estremamente realistica di etichette che include tutti i colori, inchiostri speciali ed effetti di finitura in contesto, la combinazione del flusso di lavoro Esko con i suoi strumenti 3D rende possibile la produzione automatica di immagini da usare durante la fase di progettazione ma anche nell’e-commerce e durante le campagne di marketing. Questa applicazione esclusiva accelera il processo di creazione di immagini ed elimina l’esigenza di servizi fotografici costosi e lunghi.
    I prototipi virtuali in 3D consentono di risparmiare il denaro e il tempo delle prove stampa. La collaborazione recentemente annunciata con Scodix ambisce a creare visualizzazioni realistiche anche dei potenziamenti più complessi del packaging, per garantire la massima visibilità dei prodotti sugli scaffali.

 

Packaging Connected, oggi

“In questo momento, lanciare sul mercato un nuovo packaging richiede circa 198 giorni (*), e tuttavia CMO dei proprietari dei marchi sognano di ridurre questo periodo a 60 giorni (*) o addirittura meno”, spiega Udo Panenka, presidente Esko. “Il chiaro obiettivo della nostra strategia Packaging Connected è di trasformare questo sogno in realtà. Ci impegniamo a continuare a investire per garantire connessioni ancora più solide all’interno del nostro portafoglio hardware e software, con una gamma ancora più ampia di partner di settore e con le parti coinvolte nell’ecosistema del packaging."

(*) Fonte: Key Point Intelligence

CONTATTI
Esko
Modulo di contatto


Iscrizione
This website uses cookies and other tracking technologies. By using this website, you are agreeing to our
Privacy Policy.
This website uses cookies and other tracking technologies. By using this website, you are agreeing to our
Privacy Policy.