Lo standard per la qualità flessografica - Esko

Lo standard per la qualità flessografica

novembre 06 2012

HD Flexo sta travolgendo il settore flessografico. L’elenco di aziende certificate HD Flexo è in aumento. Marchi presenti in tutto il mondo insistono sul fatto che i loro imballaggi vengano stampati in conformità agli standard flessografici di Esko.



Gli utenti HD Flexo non guardano mai al passato


Abbiamo contatti quotidiani con studi grafici che talvolta sono stupiti di fronte ai risultati di stampa a cui oggi è possibile arrivare in flessografia; per questo hanno iniziato a considerarla come un processo di stampa di qualità ed affidabile.

Livio Simionato, titolare di NuMaber


Le innovazioni di Esko, tra cui le elevate lineature di retino e la tecnologia di esposizione Inline UV, rientrano nel processo di produzione standard di RAKO.

Stefan Behrens, Prepress Manager, Rako Etiketten



Full HD Flexo alza nuovamente lo standard

Nella ricerca della massima qualità, la combinazione di stampa uniforme di alte luci e di densità di inchiostri opachi come quelli ottenuti con la rotocalco è ancora un risultato difficile da ottenere nella stampa flessografica. Full HD Flexo porterà la qualità flessografica verso livelli ancora superiori rispetto a HD Flexo.

Con la tecnologia main exposure digitale integrata nel CDI imager (Inline UV2) assieme a tecnologie di imaging e retinatura, Esko è ora in grado di controllare la forma di diverse strutture dei punti su un’unica lastra.

Il risultato consiste in una lastra flessografica superiore adatta alle alte luci e alle ombre o ad aree opache di un lavoro di stampa. “Desideriamo andare oltre la semplice dicotomia di punti superiori piatti o arrotondati e creare la migliore combinazione possibile di strutture di punti di stampa su un’unica lastra per ottenere i migliori risultati possibili”.

Full HD Flexo